Sei in: Home > Primo piano > SLANCI: MOSTRA di ANNA GALASSINI

SLANCI: MOSTRA di ANNA GALASSINI

La LILT Sezione Provinciale di Treviso ONLUS ha il piacere di invitarvi domenica 6 dicembre dalle ore 16 alle ore 18 presso il Chiostro di Santa Caterina all'apertura della mostra " Slanci " di Anna Galassini, giovane e brillante artista che ha dato un'originale contributo alla Campagna LILT for Women 2015, colorando le piazze della provincia con le sue intriganti sagome rosa.

Anna, assieme alla LILT ed alle Autorità cittadine, sarà lieta di darVi il benvenuto.

Vi aspettiamo.

 

 

Scarica il MODULO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE (PDF)

 

"" Gli   "Slanci"   di Anna all'asta per la LILT, rappresentano l'opportunità, più unica che rara, di vivere e scoprire, giorno per giorno, un'opera d'arte a casa propria.    Ogni   "Slancio"   è un universo, un crocevia di emozioni, la cronaca di un'esistenza; è un nirvana di colore diverso agli occhi di ognuno, perchè di ognuno riflette l'anima e ad essa si confida nell'assoluto silenzio della contemplazione, del tatto, del profumo. Ed è un'esperienza plurisensoriale, uno scambio equo di intimità personali tra identità affini che cercano e si ricercano.  Ogni  "Slancio"  è un passo verso l'eternità del pensiero che non conosce spazio e non teme tempo, perciò vuol essere un sostegno concreto alla vita, una testimonianza tangibile del "fare", dell'operare quotidiano in favore di coloro che la vita ha segnato.  Ecco perché Anna Galassini ha donato sette dei suoi   "Slanci"  alla LILT di Treviso che, durante la mostra al Chiostro-Museo di Santa Caterina, mette all'asta per una raccolta fondi in favore dei tanti progetti dell'Associazione stessa.  La base di partenza (d'asta) è puramente simbolica e accessibile a chiunque sappia riconoscere l'alto valore artistico-concettuale delle sculture che sono contemporaneamente opere d'arte e di volontariato..

800 € per un pezzo di vita che ne contiene oltre mille è un regalo che tocca non solo se stessi, ma anche chi ha bisogno di aiuto e sostegno.  E non sempre è necessario conoscerne il nome e la storia.  A volte basta sapere che quel contributo ha  "rilanciato"  la vita di qualcun altro e che può rilanciare anche la propria.   In meglio. ""

Francesco Barazza

 

CALENDARIO EVENTI