Sei in: Home > Primo piano > FELICE E RIUSCITA COLLABORAZIONE TRA LILT E ANDI

FELICE E RIUSCITA COLLABORAZIONE TRA LILT E ANDI


                                                         




Felice e riuscita collaborazione tra LILT e ANDI

 

Oral Cancer Day, campagna di prevenzione gratuita contro il carcinoma della bocca

realizzata attraverso la collaborazione degli studi dentistici ANDI  e di LILT.

TREVISO: Camper Lilt e un mese di visite gratuite contro il cancro orale

Guarini (ANDI): ” Tasso di mortalità altissimo: spesso il tumore viene scoperto in ritardo”

Gava (LILT): " Corretti stili di vita e diagnosi precoce sono fondamentali ".


Treviso  sabato 17 maggio 2014 ottava  edizione dell’ ”Oral Cancer Day”, la campagna promossa da ANDI Treviso (Associazione nazionale dentisti italiani) in collaborazione con  LILT Treviso (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) per la prevenzione del cancro orale e realizzata attraverso visite gratuite di controllo presso gli studi dentistici trevigiani che aderiscono all’iniziativa. La campagna ha preso il via  sabato 17 maggio in piazza della Borsa, dove i dentisti Andi e i volontari Lilt  hanno invitato la popolazione ad una visita di controllo all’interno del camper allestito per l’occasione. “Durante la campagna, che durerà fino al 19 giugno – spiega il presidente di Andi Treviso Luigino Guarini– 70 studi dentistici trevigiani saranno a disposizione della cittadinanza  ed effettueranno visite di controllo gratuite per la diagnosi di questa neoplasia. Sul sito www.oralcancerday.it oppure al numero verde 800 911 202 è disponibile l’elenco dei dentisti presso cui prenotare le visite”.  “Secondo i dati più aggiornati – spiega il presidente di LILT Treviso, Alessandro Gava- sono attesi 775 nuovi casi di carcinoma del cavo orale all’anno in Veneto, di cui circa  130 in provincia di Treviso. L’adozione di corretti stili di vita e la diagnosi precoce sono fondamentali per ridurre l’incidenza di questi tumori e migliorare la sopravvivenza”.  “Il cancro orale rappresenta in Italia  il 7% dei tumori nell'uomo e l'1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento, così come il tasso di mortalità che, a 5 anni dalla diagnosi, supera 70% - conclude Guarini -  L’elevato tasso di mortalità è dovuto al fatto che il tumore del cavo orale è troppo spesso scoperto in ritardo. Un’adeguata prevenzione e soprattutto una diagnosi precoce possono fare la differenza. Nella maggior parte dei casi la comparsa di un tumore del cavo orale è legato a fumo e abuso di alcool, ma anche all’infezione da Papilloma Virus Umano (HPV16-18).

I medici hanno effettuato numerose visite, coadiuvati dai nostri volontari.

CALENDARIO EVENTI