Sei in: Home > Primo piano > TRITTICO 2011

TRITTICO 2011

Pedala la prevenzione contro il melanoma al Trittico Veneto 2011 
trittico 2011

Si è tenuta ad Orsago (26-28 agosto) l’ottava edizione del Trittico Veneto, gara nazionale a tappe riservata alla categoria Juniores. La numerosa carovana ha dovuto affrontare quattro tappe distribuite tra le province di Treviso e Pordenone, durante le quali si sono alternati il sole con temperature particolarmente elevate e gli immancabili temporali estivi. 



trittico 2011Visto il sole cocente, gli organizzatori della competizione (Lillo Zussa, Gildo Turhet ed Ennio Benedet) hanno simpaticamente invitato gli atleti partecipanti a diventare testimonial della campagna di prevenzione per la pelle promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), sezioni di Conegliano e Vittorio Veneto. 

Ad ogni atleta è stato chiesto di fare da testimonial indossando il tatuaggio con il sole che ride in occasione della gara. Sono stati numerosi i ragazzi che hanno accettato entusiasti di farsi tatuare prima di salire in bicicletta ed affrontare la tappa di giornata. Un corretto rapporto con il sole fin da giovani, unitamente alla conoscenza dei fattori di rischio, è alla base della prevenzione dei tumori della pelle ed in particolar modo del melanoma, la cui incidenza è andata in progressivo aumento negli ultimi decenni.

Le persone impegnate in attività sportive all’aperto possono ricevere dosi non trascurabili di radiazioni ultraviolette (UV), anche in relazione alle condizioni atmosferiche ed all’abbigliamento adottato. E’ per questo motivo che i ciclisti, sono stati scelti come possibile categoria a rischio per una ricerca in corso (Piccoli Punti for Bikers) che si sta realizzando attraverso una campagna itinerante in occasione delle principali manifestazioni ciclistiche del Veneto. Sono già diverse centinaia gli atleti che sono stati visitati grazie a questo progetto e molti di loro hanno potuto beneficiare di un’asportazione precoce di lesioni cutanee sospette.

Al Trittico Veneto 2011, i volontari della LILT (Lidia, Pinuccia, Marilena, Nazarena, Giuseppe, Aldo e Silvano) hanno avuto la possibilità di incontrare tante giovani promesse del ciclismo e di ricordare loro la necessità di prendere il sole “dal verso giusto”; inoltre, “armati” di spruzzatore, hanno avuto il divertente e rinfrescante compito di fissare i tatuaggi sulla pelle dei ragazzi.

L’iniziativa del tatuaggio con il sole che ride, come segno della prevenzione contro il melanoma da far indossare ai ciclisti, era stata entusiasticamente sostenuta quest’anno da Andrea Pinarello, recentemente e prematuramente scomparso. L’iniziativa di prevenzione a “lapinarello 2011” aveva sensibilizzato proprio a luglio tante persone ed ha consentito alcune diagnosi fortunatamente precoci.

In occasione del Trittico Veneto, sono state moltissime le squadre che hanno aderito all’iniziativa e gli atleti che hanno colto l’occasione per un controllo gratuito della pelle ad opera dei medici di gara presso il confortevole ambulatorio gentilmmente allestito dalla Ditta Cappellotto di Orsago.

Lasciata per un attimo la bicicletta, ben 104 ciclisti hanno potuto ricevere una visita specialistica sul posto, con i seguenti esiti:

-       83 visite con esito negativo

-       18 persone inviate a visita di controllo

-       3 persone inviate per asportazione

Complessivamente, quindi, l’iniziativa ha piacevolmente sorpreso gli atleti, che hanno controllato i propri nei ed hanno indossato scherzosamente il tatuaggio, contribuendo così a diffondere il messaggio della prevenzione anche durante le faticose pedalate del Trittico Veneto. Bravi, ragazzi!





CALENDARIO EVENTI