Sei in: Home > Primo piano > IL FUMO E LA POPOLAZIONE

IL FUMO E LA POPOLAZIONE

Dimezzato in dieci anni il tasso di mortalità legato al fumo

Negli ultimi 10 anni il tasso di mortalità precoce dovuto al fumo, nel territorio dell'Azienda Ulss 9, si è quasi dimezzato (passando da 83 morti su 100.000 abitanti nel 1999 a 47 morti nel 2009). Tra tutte le cause di morte quella legata al fumo incide per il 17% (nel 1999 incideva per il 24%). Nonostante questi importanti risultati sono ancora circa 60.000 i fumatori, corrispondenti al 22% degli adulti fino ai 70 anni di età. Una cifra che non deve far abbassare la guardia nei confronti di un fenomeno che, nell'ultimo anno, ha causato il 20% dei ricoveri ordinari negli ospedali del territorio. Ne hanno parlato venerdi 27 maggio a Treviso il Direttore Sanitario Pier Paolo Faronato, il Direttore del Dipartimento di Prevenzione Giovanni Gallo e il primario del reparto di Pneumologia dell'Ospedale Ca' Foncello Giorgio Santelli, nel corso di una conferenza stampa indetta in occasione della Giornata nazionale del respiro e della Giornata mondiale contro il fumo di tabacco che si celebreranno il prossimo 28 e 31 maggio.

I risultati del sistema di sorveglianza “Passi”, condotto attraverso interviste che monitorano gli stili di vita degli adulti tra i 18 e i 69 anni, raccontano di un 57% di intervistati che non ha mai fumato, a fronte di un 22% che fuma e di un 21% che ha smesso di fumare. Complessivamente, 8 adulti su 10 sono lontani dal fumo di tabacco. Una situazione su cui hanno sicuramente influito le molte campagne di prevenzione ed è l'effetto diretto della legge che ha posto il divieto di fumare nei locali pubblici. Secondo il 76% degli intervistati il divieto di fumare nei luoghi pubblici è rispettato con rigore, mentre addirittura il 90% degli intervistati dichiara che nella propria abitazione è bandito il fumo.

A fumare sono soprattutto gli uomini (il 25% degli intervistati, contro il 18% delle donne), mentre il picco per età si ha tra i 18 e i 34 anni (il 31%). L'abitudine al fumo è maggiormente diffusa in chi si trova in condizioni di svantaggio culturale (fuma il 29% tra chi non ha una laurea a fronte del 15% tra i laureati) e sociale (fuma il 28% di chi ha difficoltà economiche contro il 18% di chi non ne ha). La mortalità legata al fumo si è quasi dimezzata, negli ultimi dieci anni, (nel 1999 morivano per cause legate al fumo circa 80 persone ogni 100.000 abitanti, mentre nel 2009 erano poco più della metà, 47) ma i ricoveri per patologie riconducibili al fumo di sigaretta si attestano su una percentuale del 20% (una persona su cinque) paragonabile, fatte salve le proporzioni, con il dato dei fumatori sulla popolazione complessiva.

“Che la sigaretta possa far male è noto a tutti – sottolinea Pier Paolo Faronato - . Ma nonostante ciò ancora molti, soprattutto tra i più giovani, ne sottovalutano i gravi danni, anche nei confronti di coloro che ne subiscono gli effetti passivamente, in particolare i bambini. La prevenzione, unita al rispetto della legge sul divieto di fumo nei locali pubblici, si è dimostrata decisiva nel limitare fortemente questa cattiva condotta per la salute. Le iniziative che svolgeremo sul territorio in questi giorni, grazie al supporto delle associazioni di volontariato, sono la naturale continuazione e il consolidamento di un'attività che l'Azienda Ulss 9 ormai da anni favorisce a tutti i livelli di intervento”.

Il Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Ulss 9 e la Divisione ospedaliera di Pneumologia, in collaborazione con le associazioni di volontariato attive nel campo della prevenzione dei tumori e delle malattie respiratorie (Lega italiana per la lotta contro i tumori, Associazione per la lotta all'insufficienza respiratoria, Associazione per la prevenzione oncologica e Associazione SIRIUS), organizzano una serie di iniziative nelle giornate del 27, 28, 30, 31 Maggio e 1 Giugno allo scopo di diffondere messaggi di promozione di uno stile di vita senza fumo tra la popolazione.

A fondo pagina è possibile scaricare il programma delle prosime iniziative nel territorio.

CALENDARIO EVENTI